Domenica 20 Agosto 2017 Home 
Misano - Vittoria di Melandri in gara 2 [19-06-17 08:54 by staff GoNBike.com] 

Vittoria di Melandri su Ducati in Gara 2 del WorldSBK, per Sofuoglu su Kawasaki quarto successo consecutivo; Pirelli analizzerà i pneumatici che hanno avuto problemi

Il ravennate vince la sua prima gara stagionale davanti alle Kawasaki di Rea e Sykes, nella WorldSSP 300 gradino alto del podio per Mika Pérez su Honda mentre nella STK1000 vittoria per Marco Faccani su BMW

Misano Adriatico (Italia), 18 giugno 2017 – L’italiano Marco Melandri sulla Ducati del team Aruba.it Racing – Ducati si è aggiudicato oggi Gara 2 del Campionato Mondiale WorldSBK che si è svolto nel fine settimana presso il Misano World Circuit “Marco Simoncelli”. Per il ravennate questa è la prima vittoria dopo essere salito a podio sei volte in questa stagione.
Nella classe WorldSSP il turco Kenan Sofuoglu (Kawasaki Racing Team) ha ottenuto il suo quarto successo stagionale ed è ora ad un soffio dalla vetta della classifica generale. Vittorie anche per Mika Pérez (WILSport Racedays) nella WorldSSP 300 e per Marco Faccani (Althea BMW Racing Team) nel Campionato Europeo FIM Superstock 1000.

Marco Melandri, Tom Sykes & Jonathan Rea

In seguito al problema riscontrato da Jordi Torres sul pneumatico posteriore della sua BMW in Gara 2, il Direttore Attività Sportive di Pirelli Moto Giorgio Barbier, ha dichiarato: “Il nostro obiettivo è portare a termine in breve tempo analisi approfondite in modo da chiarire le circostanze e le cause di quanto accaduto. I nostri laboratori a Milano sono già al lavoro. Data la complessità di tali analisi, saranno necessari alcuni giorni per ottenere dei risultati. Nel frattempo, finché non avremo chiarito e risolto la natura del problema, assicuriamo che per il prossimo round del Campionato Mondiale FIM Superbike che si svolgerà a Laguna Seca utilizzeremo delle soluzioni già sperimentate con pieno successo in passato”.

In Gara 2 alla partenza scatta bene dalla seconda posizione Xavi Forés (BARNI Racing Team), alle sue spalle Jordi Torres (Althea BMW Racing Team) e Eugene Laverty (Milwaukee Aprilia) che, per via del nuovo regolamento, sono partiti dalla prima fila. Laverty poco dopo viene superato da Tom Sykes (Kawasaki Racing Team), vincitore di Gara 1 e partito dalla nona posizione. Nel frattempo l’altro pilota Kawasaki, Jonathan Rea, si porta al quarto posto alle spalle del suo compagno di squadra.
Al sesto giro Xavi Forés commette un errore andando lungo ad una curva e lasciando così strada a Torres, Sykes e Marco Melandri (Aruba.it Racing – Ducati), quest’ultimo risalito nel frattempo in terza posizione dalla decima.
Nel corso del giro successivo proprio il ravennate riesce prima sopravanzare Sykes portandosi alle spalle di Torres e poi, al decimo giro, a sferrare il primo attacco a Torres che però riesce a respingerlo. Nel frattempo il gruppetto di testa oltre che dalla BMW e dalla Ducati è composto anche dalle Kawasaki di Sykes e Rea.
Al dodicesimo giro una scivolata mette fuori gioco Alex Lowes (Pata Yamaha Official WorldSBK Team).
La svolta al tredicesimo giro quando, con un sorpasso ai danni di Torres, Melandri passa in testa alla corsa. Due giri dopo Rea, alla ricerca del podio, sopravanza il compagno di squadra e si porta virtualmente sul gradino basso. Purtroppo l’ottima gara di Torres si interrompe a due giri dalla fine per un problema tecnico al pneumatico posteriore che lo costringe a ritirarsi.
Marco Melandri taglierà così il traguardo per primo davanti alle Kawasaki di Jonathan Rea e Tom Sykes.

Classifica WorldSBK Gara 2:

1) M. Melandri (Aruba.it Racing – Ducati)
2) J. Rea (Kawasaki Racing Team)
3) T. Sykes (Kawasaki Racing Team)
4) M. Van Der Mark (Pata Yamaha Official WorldSBK Team)
5) E. Laverty (Milwaukee Aprilia)
6) L. Savadori (Milwaukee Aprilia)
7) R. De Rosa (Althea BMW Racing Team)
8) R. Krummenacher (Kawasaki Puccetti Racing)
9) L. Mercado (IODARacing)
10) S. Bradl (Red Bull Honda World Superbike Team)
11) A. Badovini (Grillini Racing Team)
12) O. Jezek (Grillini Racing Team)
RT) J. Torres (Althea BMW Racing Team)
RT) L. Camier (MV Agusta Reparto Corse)
RT) A. Lowes (Pata Yamaha Official WorldSBK Team)
RT) A. De Angelis (Pedercini Racing SC-Project)
RT) X. Forés (BARNI Racing Team)
RT) F. Menghi (VFT Racing)
RT) R. Ramos (Team Kawasaki GoEleven)

Alle 11.30 italiane ha preso il via la gara del Campionato Mondiale FIM Supersport con diciannove giri da percorrere e Kenan Sofuoglu (Kawasaki Puccetti Racing) in pole position. Alle sue spalle in griglia il francese Jules Cluzel (CIA Landford Insurance Honda) e l’italiano Federico Caricasulo (GRT Yamaha Official WorldSSP team). Le posizioni di partenza rispecchieranno anche quelle di arrivo.
Scatta sùbito bene al via il turco della casa di Akashi che riesce a mantenere la testa della gara fino all’undicesimo giro quando il francese della Honda riesce a superarlo.
Pochi giri dopo, Sofuoglu riconquisterà la posizione persa e riuscirà a mantenerla fino al traguardo mentre Cluzel si dovrà accontentare del secondo posto. Sul gradino basso del podio salirà invece il pilota italiano di Yamaha.
Kenan Sofuoglu ottiene così il suo quarto successo consecutivo in Campionato portandosi a quota 100 punti in Campionato e riducendo a 5 punti il ritardo dal leader della classifica generale Lucas Mahias (GRT Yamaha Official WorldSSP team).

Classifica WorldSSP:

1) K. Sofuoglu (Kawasaki Puccetti Racing)
2) J. Cluzel (CIA Landford Insurance Honda)
3) F. Caricasulo (GRT Yamaha Official WorldSSP team)
4) P. Jacobsen (MV Agusta Reparto Corse)
5) K. Smith (GEMAR Team Lorini)
6) G. Rea (Team Kawasaki Go Eleven)
7) A. Bassani (3570 Puccetti Racing FMI)
8) S. Morais (Kallio Racing)
9) H. Soomer (WILSport Racedays)
10) A. West (EAB West Racing)
11) A. Zaccone (MV Agusta Reparto Corse)
12) K. Watanabe (Team Kawasaki Go Eleven)
13) R. Hartog (Team Hartog - Jenik - Against Cancer)
14) K. Ryde (Kawasaki Puccetti Racing)
15) H. Okubo (CIA Landlord Insurance Honda)
16) N. Calero (Orelac Racing VerdNatura)
17) P. Sebestyén (SSP Hungary by Pedercini Racing)
18) R. Rolfo (Team Factory Vamag)
19) J. Cretaro (Phoenix Suzuki Racing)
20) J. Van Sikkelerus (MVR Racing)
21) H. Kunikawa (CIA Landlord Insurance Honda)
22) L. Cipiciani (Team VUEFFE Corse)
23) S. Hill (Profile Racing)
24) C. London (Phoenix Suzuki Racing)
RT) L. Stapleford (Profile Racing)
RT) G. Scarcella (GEMAR Team Lorini)
RT) R. Mulhauser (CIA Landlord Insurance Honda)
RT) L. Cresson (Race Department ATK#25)
RT) Z. Khairuddin (Orelac Racing VerdNatura)
RT) N. Tuuli (Kallio Racing)
RT) L. Epis (Response RE Racing)
RT) C. Gamarino (BARDAHL EVAN BROS. Honda Racing)
RT) L. Mahias (GRT Yamaha Official WorldSSP team)
RT) D. Stirpe (Team Factory Vamag)

La terza gara della giornata di domenica è stata quella del Campionato Mondiale FIM Supersport 300. A trionfare è stato su Honda lo spagnolo Mika Pérez (WILSport Racedays) che ha preceduto sul traguardo gli italiani Armando Pontone (Ioda Racing) e Alfonso Coppola (SK Racing). L’olandese Scott Deroue (MTM HS Kawasaki), dodicesimo in gara, resta il leader della classifica generale con 75 punti.

A conclusione della giornata sono scesi in pista i piloti gara del Campionato Europeo FIM Superstock 1000. Al decimo giro viene esposta la bandiera rossa per la caduta di due piloti. Alla ripartenza cinque giri da percorrere. Alla fine a trionfare sarà Marco Faccani (Althea BMW Racing Team)che a due giri dal termine riuscirà a beffare Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing - Junior Team), secondo sul traguardo davanti al cileno Maximilian Scheib (Nuova M2 Racing).

Le soluzioni Pirelli scelte dai piloti per WorldSBK Gara 2 e WorldSSP:

In Gara 2 del WorldSBK non ci sono state sostanzialmente modifiche rispetto alle soluzioni scelte da ciascun pilota per Gara 1. Al posteriore la SC0 di gamma (opzione B) si conferma come la soluzione in assoluto più utilizzata, gli unici piloti ad averle preferito la SC0 di sviluppo V0602 (opzione A) sono stati Fabio Menghi e Ayrton Badovini.
Per l’anteriore la SC2 di gamma (opzione C)conquista le preferenze di metà dei piloti schierati in griglia, seguita da vicino dalla SC1 di sviluppo V0952 (opzione B).

Pneumatici selezionati sulla griglia di partenza della gara WorldSBK

Nel WorldSSP i pneumatici di gamma ancora una volta sono quelli più utilizzati dai piloti. Per quanto riguarda il posteriore tutti i piloti, con l’unica eccezione di Van Sikkelerus, hanno utilizzato la SC0 di gamma (opzione A) mentre per l’anteriore la soluzione che ha raccolto più preferenze è stata la SC1 di gamma (opzione A) con diciassette piloti ad averla scelta, mentre la SC1 di sviluppo V1267 (opzione B) è stata la seconda soluzione più usata con dieci piloti a sceglierla.
Pneumatici selezionati sulla griglia di partenza della gara WorldSSP

Le statistiche Pirelli per WorldSBK Gara 2:

• Vincitore del PIRELLI BEST LAP AWARD: Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team),in 1'35.586 al 2° giro

• Soluzione anteriore più utilizzata: SC2 di gamma (10 su 20 piloti)

• Soluzione posteriore più utilizzata: SC0 di gamma (18 su 20 piloti)

• Velocità massima raggiunta dagli pneumatici Pirelli DIABLO™ Superbike in gara: 274,8 km/h, realizzata da Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team) al 7° giro

• Numero di soluzioni (asciutto, intermedia e bagnato) per la classe WorldSBK: 5 anteriori e 6 posteriori

• Numero di pneumatici a disposizione di ogni pilota WorldSBK 68, 35 anteriori + 33 posteriori

• Temperatura aria: 27° C

• Temperatura asfalto: 50° C


Le statistiche Pirelli per la WorldSSP:

• Vincitore del PIRELLI BEST LAP AWARD: Kenan Sofuoglu (Kawasaki Puccetti Racing), in 1'39.046 al 3° giro

• Soluzione anteriore più utilizzata: SC1 di gamma (17 su 34 piloti)

• Soluzione posteriore più utilizzata: SC0 di gamma (33 su 34 piloti)

• Velocità massima raggiunta dagli pneumatici Pirelli DIABLO™ Supercorsa in gara: 239,5 km/h, realizzata da Jules Cluzel (CIA Landlord Insurance Honda) al 2° giro e da Loris Cresson (Race Department ATK#25) al 3° giro

• Numero di soluzioni (asciutto, intermedia e bagnato) per la classe WorldSSP: 5 anteriori e 4 posteriori

• Numero di pneumatici a disposizione di ogni pilota WorldSSP: 45, 24 anteriori + 21 posteriori

• Temperatura aria: 26° C

• Temperatura asfalto: 46° C

::Pirelli - Comunicato Stampa::




Visualizza tutte le newsArchivio Cerca un termine nelle newsCerca Leggi le news più recentiPiù recenti   Versione stampabileStampa 
Notizia precedente
Misano - Tom Sykes vince Gara 1
Notizia successiva
Laguna Seca - Trionfo Ducati con Chaz Davies