Sabato 16 Dicembre 2017 Home 
Portimao - Kawasaki cala il poker [17-09-17 20:36 by staff GoNBike.com] 

A Portimão Kawasaki cala il poker vincendo in tutte le quattro classi del Mondiale WorldSBK con Rea in Gara 2 e Sofuoglu nel WordSSP

Con una doppietta il nordirlandese è sempre più vicino al terzo titolo iridato WorldSBK, Sofuoglu si porta in testa al Campionato WorldSSP mentre nella WorldSSP300 vittoria storica della pilotessa Ana Carrasco; Pirelli già al lavoro per i test ufficiali di lunedì

Portimão (Portogallo) , 17 settembre 2017 –Per Kawasaki il fine settimana appena conclusosi presso l’Autódromo Internacional di Algarve di Portimão è stato uno di quelli da incorniciare: la casa di Akashi ha infatti trionfato in tutte e quattro le classi del Campionato Mondiale MOTUL FIM Superbike.

Nella classe regina Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team), grazie ad una prestazione superba sia in Gara 1 che in Gara 2, ha ottenuto la sua undicesima vittoria e la quarta doppietta stagionale. Con 150 punti ancora in palio ed un vantaggio di 120 punti in classifica generale sul compagno di squadra Tom Sykes, suo diretto inseguitore, il nordirlandese ha di fatto fortemente ipotecato il titolo iridato.
Al successo anche Kenan Sofuoglu (Kawasaki Puccetti Racing) che, dopo un inizio di stagione tribolato, a Portimão si porta in testa al Campionato Mondiale FIM Supersport e ora si potra giocare il tutto per tutto insieme agli altri contendenti al titolo nelle restanti tre gare.
Piacevole sorpresa nel Campionato Mondiale FIM Supersport300 che, per la prima volta, ha visto una donna salire sul gradino alto del podio, la spagnola Ana Carrasco sulla Kawasaki Ninja 300 del team ETG Racing.
A completare un fine settimana già perfetto ci pensa Toprak Razgatlioglu (Kawasaki Puccetti Racing) che regala a Kawasaki il successo anche nella gara del Campionato Europeo FIM Superstock 1000.

Concluso il fine settimana di gare, il team motosport di Pirelli è già impegnato nella preparazione dei test ufficiali, gli ultimi della stagione, che si svolgeranno nella giornata di domani sempre all’Autódromo Internacional di Algarve di Portimão e che vedranno coinvolti tutti i team della classe WorldSBK.
I team di sviluppo designati ad inizio anno da ciascuna casa motociclistica saranno chiamati a testare diverse soluzioni di sviluppo, soprattutto posteriori in mescola morbida, sviluppate sia in ottica rinnovo gamma 2018 sia in vista del primo ed impegnativo round dell’anno prossimo a Phillip Island, Australia.

Gara 2 del WorldSBK è stata la gara di chiusura della giornata di domenica con partenza alle ore 15.00 locali. Stefan Bradl non si schiererà in griglia a causa di una caduta nel warm-up. Leon Camier con la sua MV Agusta parte dalla prima posizione ma già al termine del secondo giro è costretto a cedere la testa della gara a Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team) che nel frattempo è risalito dalla nona alla prima posizione.
Alle spalle del nordirlandese si posizionano dapprima Eugene Laverty (Milwaukee Aprilia) e Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati)che, dopo qualche giro, invertiranno le loro posizioni.
A tredici giri viene esposta la bandiera rossa per una brutta caduta di Alex Lowes (Pata Yamaha Official WorldSBK Team) ma i commissari riescono a mettere la moto in sicurezza evitando così l’interruzione della gara.
Poco dopo la metà gara Michael Van Der Mark (Pata Yamaha Official WorldSBK Team) riesce a superare Laverty portandosi in terza posizione.
Nel corso del diciottesimo giro Chaz Davies scivola ed è costretto a ritirarsi dalla gara abbandonando così anche la speranza di poter sopravanzare Tom Sykes in classifica generale.
Alla fine sarà ancora una volta Jonathan Rea a tagliare il traguardo per primo davanti all’ottimo Michael Van Der Mark su Yamaha e a Marco Melandrisu Ducati

Classifica WorldSBK Gara 2:

1) J. Rea (Kawasaki Racing Team)
2) M. Van Der Mark (Pata Yamaha Official WorldSBK Team)
3) M. Melandri (Aruba.it Racing – Ducati)
4) E. Laverty (Milwaukee Aprilia)
5) J. Torres (Althea BMW Racing Team)
6) L. Savadori (Milwaukee Aprilia)
7) L. Mercado (IODARacing)
8) A. West (Kawasaki Puccetti Racing)
9) A. Badovini (Grillini Racing Team)
10) T. Takahashi (Red Bull Honda World Superbike Team)
11) O. Jezek (Grillini Racing Team)
12) A. Andreozzi (Guandalini Racing)
13) X. Forés (BARNI Racing Team)
14) R. Russo (Guandalini Racing)
15) R. Ramos (Team Kawasaki GoEleven)
RT) C. Davies (Aruba.it Racing – Ducati)
RT) L. Camier (MV Agusta Reparto Corse)
RT) A. Lowes (Pata Yamaha Official WorldSBK Team)
RT) R. De Rosa (Althea BMW Racing Team)

Alle 12.00 ore locali ha preso il via la gara del Campionato Mondiale FIM Supersport Con 36° gradi di asfalto la maggior parte dei piloti ha optato per le soluzioni morbide di gamma sia all’anteriore che al posteriore.
Kenan Sofuoglu (Kawasaki Puccetti Racing), pur avendo conquistando la pole position nella giornata di sabato, non riesce a sfruttare la partenza dalla prima posizione in griglia scivolando in quarta posizione. Scatta invece molto bene dalla terza casella Patrick Jacobsen (MV Agusta Reparto Corse) che si porta alla testa della gara seguito da Jules Cluzel (CIA Landford Insurance Honda) e Lucas Mahias (GRT Yamaha Official WorldSSP team). Nel corso del terzo giro la corsa perde Kyle Ryde (Kawasaki Puccetti Racing) che scivola ed è costretto al ritiro.
Nel frattempo Il francese dell’Honda diventa il nuovo leader della corsa seguito dal connazionale della Yamaha e dal turco della Kawasaki Kenan Sofuoglu che riescono a sopravanzare Jacobsen. Nel sesto giro Mahias riesce a sopravanzare Cluzel portandosi così in prima posizione e poco dopo anche Sofuoglu sorpassa il leader di Campionato posizionandosi alle spalle di Cluzel. All’ottavo giro però Kenan Sofuoglu riconquista la testa della garapersa in partenza e riuscirà a tenerla per tutta la durata di gara andando a tagliare il traguardo per primo davanti ai francesi Lucas Mahias e Jules Cluzel. Con questa vittoria Sofuoglu diventa il nuovo leader di Campionato con 4 punti di vantaggio su Mahias e 31 su Sheridan Morais.

enan Sofuoglu in azione
Classifica WorldSSP:

1) K. Sofuoglu (Kawasaki Puccetti Racing)
2) L. Mahias (GRT Yamaha Official WorldSSP team)
3) J. Cluzel (CIA Landford Insurance Honda)
4) S. Morais (Kallio Racing)
5) P. Jacobsen (MV Agusta Reparto Corse)
6) C. Gamarino (BARDAHL EVAN BROS. Honda Racing)
7) F. Caricasulo (GRT Yamaha Official WorldSSP team
8) L. Zanetti (Team Factory Vamag)
9) C. Bergman (CIA Landlord Insurance Honda)
10) R. Hartog (Team Hartog - Jenik - Against Cancer)
11) L. Stapleford (Profile Racing)
12) H. Okubo (CIA Landlord Insurance Honda)
13) M. Canducci (3570 Puccetti Racing FMI)
14) G. Rea (Team Kawasaki Go Eleven)
15) H. Soomer (WILSport Racedays)
16) P. Sebestyén (SSP Hungary by Pedercini Racing)
17) Z. Khairuddin (Orelac Racing VerdNatura)
18) J. Van Sikkelerus (MVR Racing)
RT) M. Enderlein (MVR Racing)
RT) N. Tuuli (Kallio Racing)
RT) K. Smith (GEMAR Team Lorini)
RT) A. Zaccone (MV Agusta Reparto Corse)
RT) S. Hill (Profile Racing)
RT) K. Watanabe (Team Kawasaki Go Eleven)
RT) L. Epis (Response RE Racing)
RT) N. Calero (Orelac Racing VerdNatura)
RT) K. Ryde (Kawasaki Puccetti Racing)
RT) G. Scarcella (GEMAR Team Lorini)

Quella del Campionato Mondiale FIM Supersport 300 è stata la prima gara della giornata. A trionfare, con grande sorpresa di tutti, è stata una giovane pilotessa, la spagnola Ana Carrasco che sulla Kawasaki Ninja 300 del team ETG Racing diventa la prima donna a vincere una gara nel Campionato Mondiale FIM Supersport 300.
La Carrasco è salita sul gradino alto del podio precedendo sul traguardo l’italiano Alfonso Coppola (SK Racing)su Yamaha, secondo, e lo spagnolo Marc García (Halcourier Racing), terzo sempre con la casa dei tre diapason. Coppola diventa così il nuovo leader di Campionato con un punto di vantaggio su García quando mancano due gare ancora da correre.

Prima di Gara 2 del WorldSBK si è svolta la terzultima gara di stagione del Campionato Europeo FIM Superstock 1000.
Toprak Razgatlioglu (Kawasaki Puccetti Racing) scatta bene dalla seconda posizione in griglia superando il poleman Florian Marino (PATA Yamaha Official STK 1000 Team) che dopo alcuni giri scivola in terza posizione superato anche Maximilian Scheib (Nuova M2 Racing). Nel corso dell’undicesimo giro una rottura del motore della moto di Marino che perde in pista olio costringe la direzione gara ad esporre la bandiera rossa decretando così la fine della competizione. Gradino alto del podio per Toprak Razgatlioglu, che ora riduce il suo distacco in classifica da Michael Ruben Rinaldi, seguito da Florian Marino e da Maximilian Scheib.


Le soluzioni Pirelli scelte dai piloti per WorldSBK Gara 2 e WorldSSP:

In Gara 2 del WorldSBK i piloti hanno sostanzialmente confermato le soluzioni già utilizzate sabato in Gara 1.
Al posteriore la SC0 di sviluppo W0575 (opzione B) è stata ancora una volta utilizzata da tutti i piloti, mentre per quanto riguarda l’anteriorel’unico pilota ad aver effettuato un cambio è stato Marco Melandri che dalla SC1 di gamma (opzione B) è passato alla SC1 di sviluppo V0952 (opzione C) che è stata quella più scelta dai piloti in Gara 2.

Pneumatici selezionati sulla griglia di Gara 2 WorldSBK
Nell gara della WorldSSP i piloti hanno optato soprattutto per soluzioni morbide di gamma, sia all’anteriore che al posteriore. In particolare al posteriore la soluzione più utilizzata è stata la SC0 di gamma (opzione A) scelta da venti dei ventotto piloti schierati in griglia.
Per quanto l’anteriore in realtà le preferenze sono state pressoché equamente suddivise tra la SC1 di gamma (opzione A) e la SC1 di sviluppo W0378 (opzione B).

Le statistiche Pirelli per WorldSBK Gara 2:

• Vincitore del PIRELLI BEST LAP AWARD: Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team),in 1'43.148 al 4° giro

• Soluzione anteriore più utilizzata: SC1 di sviluppo V0952 (15 su 19 piloti)

• Soluzione posteriore più utilizzata: SC0 di sviluppo W0575 (19 su 19 piloti)

• Velocità massima raggiunta dagli pneumatici Pirelli DIABLO™ Superbike in gara: 304,2 km/h, realizzata da Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati)al 16° giro

• Numero di soluzioni (asciutto, intermedia e bagnato) per la classe WorldSBK: 6 anteriori e 6 posteriori

• Numero di pneumatici a disposizione di ogni pilota WorldSBK 74, 40 anteriori + 34 posteriori

• Temperatura aria: 24° C

• Temperatura asfalto: 39° C


Le statistiche Pirelli per la WorldSSP:

• Vincitore del PIRELLI BEST LAP AWARD: Jules Cluzel (CIA Landford Insurance Honda), in 1'45.534 al 2° giro

• Soluzione anteriore più utilizzata: SC1 di gamma (15 su 28 piloti)

• Soluzione posteriore più utilizzata: SC0 di gamma (20 su 28 piloti)

• Velocità massima raggiunta dagli pneumatici Pirelli DIABLO™ Supercorsa in gara: 276,9 km/h, realizzata da Niki Tuuli (Kallio Racing) al 4° giro

• Numero di soluzioni (asciutto, intermedia e bagnato) per la classe WorldSSP: 5 anteriori e 4 posteriori

• Numero di pneumatici a disposizione di ogni pilota WorldSSP: 48, 25 anteriori + 23 posteriori

• Temperatura aria: 23° C

• Temperatura asfalto: 36° C

::Pirelli - Comunicato Stampa::




Visualizza tutte le newsArchivio Cerca un termine nelle newsCerca Leggi le news più recentiPiù recenti   Versione stampabileStampa 
Notizia precedente
Laguna Seca - Gara 2 a Jonathan Rea
Notizia successiva
Magny Cours - Rea Campione del Mondo