Sabato 16 Dicembre 2017 Home 
Jerez - a Kawasaki il titolo Mondiale Costruttori [22-10-17 18:08 by staff GoNBike.com] 

A Rea Gara 2 e a Kawasaki il titolo Mondiale Costruttori 2017; Marc García è Campione del Mondo WorldSSP300 mentre Michael Rinadi vince il Campionato Europeo FIM Superstock 1000

Dopo quello piloti e quello per squadre, la casa di Akashi si aggiudica anche il titolo costruttori WorldSBK e quello della classe STK1000, mentre Yamaha ottiene quello di entrambe le classi Supersport; la giovane promessa asiatica Galang Hendra vince la gara della WorldSSP300

Jerez de la Frontera (Spagna) , 22 ottobre 2017 –Il Circuito de Velocidad di Jerez de la Frontera ha visto oggi assegnare altri titoli iridati dopo quello già ottenuto a Magny-Cours dal nordirlandese Jonathan Rea con Kawasaki.
Tra questi il Titolo Mondiale Costruttori del Campionato Mondiale MOTUL FIM Superbike che, anche grazie alla doppietta realizzata da Jonathan Rea nel corso del fine settimana, è stato vinto per il terzo anno consecutivo proprio da Kawasaki.
La casa di Akashi si conferma così leader indiscussa del Campionato di serie avendo già ottenuto per il 2017 anche il titolo piloti con lo stesso Rea e quello per squadre con il Kawasaki Racing Team.
Jonathan Rea & Tom Sykes
Jonathan Rea & Tom Sykes

Il Campionato Mondiale FIM Supersport 300, nell’anno del suo debutto, ha il suo primo Campione del Mondo: si tratta dello spagnolo Marc García che, con la Yamaha YZF-R3 del team Halcourier Racing, ottiene così il suo primo riconoscimento internazionale dopo aver collezionato nel corso dell’anno due vittorie, due secondi e un terzo posto.
Degna di nota la prestazione di un altro pilota Yamaha, il diciottenne indonesiano Galang Hendra Pratama che ha vinto proprio la gara spagnola alla sua seconda partecipazione assoluta al Campionato WorldSSP300 come wild card dopo la gara corsa a Portimão il mese scorso, dimostrando così di essere un puro ed emergente talento del motociclismo internazionale.
Grazie anche alle prestazioni dell’italiano Alfonso Coppola, secondo in classifica generale, Yamaha si conferma come la prima casa ad aggiudicarsi il titolo costruttori di questa categoria dimostrando che la piccola YZF-R3 ha le carte in regola per dettare il passo in questa nuova entry class.

La casa di Iwata ha ottenuto matematicamente anche il titolo costruttori nella categoria WorldSSP300 dove Lucas Mahias (GRT Yamaha Official WorldSSP team) è a un passo dal titolo di Campione del Mondo 2017.

Altro titolo celebrato oggi in terra andalusa è stato quello del Campionato Europeo FIM Superstock 1000, vinto dal pilota riminese della Ducati Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing - Junior Team) che ha concluso la gara di oggi al sesto posto, un risultato sufficiente per laurearsi campione con 10 punti di vantaggio sul turco della Kawasaki Toprak Razgatlioglu (Kawasaki Puccetti Racing).
La casa di Borgo Panigale non riesce però ad aggiudicarsi il titolo costruttori della classe che viene vinto da Kawasaki.

Positivo il bilancio di Pirelli per questo fine settimana di gara: nelle classi minori le soluzioni di gamma, nonostante il nuovo asfalto particolarmente impegnativo, si sono comportate in modo egregio permettendo inoltre ai piloti di stabilire nuovi record della pista. Nella classe regina delle derivate di serie protagonista indiscussa è stata la soluzione posteriore morbida mentre all’anteriore ben tre su quattro opzioni sono salite sui gradini del podio.

Gara 2 del Campionato Mondiale MOTUL FIM Superbike ha preso il via alle ore 13.00 locali per un totale di 22 giri da percorrere. Alex Lowes (Pata Yamaha Official WorldSBK Team) parte dalla pole position in virtù del quarto posto ottenuto in Gara 1.
Al primo giro un incidente che coinvolge Eugene Laverty e Chaz Davies costringe la direzione di gara ad esporre la bandiera rossa e ad annunciare la procedura di “Quick Restart” riducendo a diciannove i giri da percorrere.
Alla ripartenza Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team) prende la testa della gara, alle sue spalle, ma più distaccati, Michael Van Der Mark (Pata Yamaha Official WorldSBK Team) e, in terza posizione, Marco Melandri (Aruba.it Racing – Ducati).
Nel corso del quarto giro Chaz Davies effettua un sorpasso ai danni del compagno di squadra sottraendogli il terzo posto e al giro successivo riesce a sopravanzare anche Michael Van Der Mark che va un po’ troppo largo ad una curva.
Al penultimo giro Marco Melandri sorpassa il compagno di squadra, in lotta per il secondo posto in classifica generale, e si porta così in seconda posizione.
Anche in Gara 2 a tagliare il traguardo per primo sarà Jonathan Rea davanti alle Ducati di Melandri e Davies e alla Yamaha di Alex Lowes. Il quinto posto del compagno di squadra Tom Sykes permette a Kawasaki di festeggiare il titolo Mondiale 2017 come casa costruttrice.

Classifica WorldSBK Gara 2:

1) J. Rea (Kawasaki Racing Team)
2) M. Melandri (Aruba.it Racing – Ducati)
3) C. Davies (Aruba.it Racing – Ducati)
4) A. Lowes (Pata Yamaha Official WorldSBK Team)
5) T. Sykes (Kawasaki Racing Team)
6) M. Van Der Mark (Pata Yamaha Official WorldSBK Team)
7) X. Forés (BARNI Racing Team)
8) S. Guintoli (Kawasaki Puccetti Racing)
9) L. Mercado (IODARacing)
10) J. Torres (Althea BMW Racing Team)
11) R. Ramos (Team Kawasaki GoEleven)
12) L. Camier (MV Agusta Reparto Corse)
13) R. De Rosa (Althea BMW Racing Team)
14) A. Andreozzi (Guandalini Racing)
15) T. Takahashi (Red Bull Honda World Superbike Team)
16) R. Russo (Pedercini Racing SC-Project)
17) D. Giugliano (Red Bull Honda World Superbike Team)
18) L. Savadori (Milwaukee Aprilia)
RT) O. Jezek (Grillini Racing Team)
RT) E. Laverty (Milwaukee Aprilia)
RT) D. Schmitter (eighty one HPC-Power Suzuki Racing)

La gara del Campionato Mondiale FIM Supersport ha preso il via alle ore 11.30 locali, diciannove i giri da percorrere con Federico Caricasulo (GRT Yamaha Official WorldSSP Team) in pole position.
L’Italiano della Yamaha parte bene e riesce a mantenere la testa della corsa ma è tallonato a vista da Jules Cluzel (CIA Landford Insurance Honda) che, scattato dalla seconda posizione, non permette all’italiano di andare in fuga. Alle loro spalle Patrick Jacobsen (MV Agusta Reparto Corse) e il leader di Campionato Lucas Mahias (GRT Yamaha Official WorldSSP team).
Nel corso dell’ottavo giro Anthony West (Kawasaki Puccetti Racing) ruba con un sorpasso la quarta posizione a Mahias. Al quattordicesimo giro il pilota australiano riuscirà a sopravanzare anche Patrick Jacobsen portandosi così in posizione da podio.
Nel corso dell’ultimo giro Cluzel prova a giocarsi il tutto per tutto per ottenere il gradino alto del podio ma Caricasulo riesce a difendersi bene e a tagliare il traguardo per primo davanti al francese della Honda e all’ottimo Anthony West.
Con il quinto posto finale il francese della Yamaha ha praticamente ipotecato il titolo di Campione del Mondo FIM Supersport ma, anche se può vantare 20 punti di vantaggio su Sofuoglu in Campionato, matematicamente parlando non si può ancora definirlo tale finché non si avrà la certezza che il turco della Kawasaki non parteciperà all’ultima gara in Qatar.

Classifica WorldSSP:

1) F. Caricasulo (GRT Yamaha Official WorldSSP Team)
2) J. Cluzel (CIA Landford Insurance Honda)
3) A. West (Kawasaki Puccetti Racing)
4) P. Jacobsen (MV Agusta Reparto Corse)
5) L. Mahias (GRT Yamaha Official WorldSSP team)
6) S. Morais (Kallio Racing)
7) N. Tuuli (Kallio Racing)
8) R. Hartog (Team Hartog - Jenik - Against Cancer)
9) G. Rea (Team Kawasaki Go Eleven)
10) C. Gamarino (BARDAHL EVAN BROS. Honda Racing)
11) M. Canducci (3570 Puccetti Racing FMI)
12) A. Zaccone (MV Agusta Reparto Corse)
13) H. Okubo (CIA Landlord Insurance Honda)
14) A. Bassani (Kawasaki Puccetti Racing)
15) H. Soomer (WILSport Racedays)
16) C. Bergman (CIA Landlord Insurance Honda)
17) L. Zanetti (Team Factory Vamag)
18) L. Stapleford (Profile Racing)
19) Z. Khairuddin (Orelac Racing VerdNatura)
20) M. Pons (DS Junior Team)
21) J. Van Sikkelerus (MVR Racing)
22) K. Watanabe (Team Kawasaki Go Eleven)
23) X. Cardelus (Race Department ATK#25)
24) L. Epis (Response RE Racing)
25) G. Scarcella (GEMAR Team Lorin)
RT) K. Smith (GEMAR Team Lorini)
RT) P. Sebestyén (SSP Hungary by Pedercini Racing)
RT) M. Scheib (DR7 AMR)
RT) N. Calero (Orelac Racing VerdNatura)
RT) A. Baldolini (Race Department ATK#25)
RT) S. Hill (Profile Racing)

Molto combattuta l’ultima gara del Campionato Mondiale FIM Supersport 300 dove Marc García (Halcourier Racing) e l’italiano Alfonso Coppola (SK Racing) hanno lottato fino alla fine per ottenere il titolo iridato della nuova entry class del Campionato per moto derivate dalla serie.
Per tutti gli undici giri di gara i due giovani piloti si sono dati battaglia e hanno regalato sorpassi su sorpassi alternandosi alla testa della corsa. Alla fine ad avere la meglio sarà lo spagnolo García che, tagliando il traguardo in quarta posizione sùbito dietro l’italiano Coppola, diventa così il primo Campione del Mondo FIM Supersport 300.
Per la cronaca la gara è stata vinta dalla giovane promessa del motociclismo asiatico Galang Hendra (Team MOTOXRACING), altro pilota Yamaha che ha partecipato alla gara come wild card.

La gara del Campionato Europeo FIM Superstock 1000 ha chiuso il fine settimana di gare con la vittoria della wild card Markus Reiterberger (Van Zon Remeha BMW) davanti a Illia Mykhalchyk (TripleM Racing) e a Toprak Razgatlioglu (Kawasaki Puccetti Racing). Con il sesto posto finale Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing - Junior Team) si laurea Campione.


Le soluzioni Pirelli scelte dai piloti per WorldSBK Gara 2 e WorldSSP:

Le condizioni ambientali in cui si è corsa Gara 2 del WorldSBK sono state molto simili a quelle di Gara 1 pertanto al posteriore ancora una volta tutti i piloti hanno scelto la soluzione più morbida, ovvero la SC0 di sviluppo W0576 (opzione A).
Per quanto riguarda l’anteriore alcuni piloti hanno invece deciso di cambiare la soluzione utilizzata in Gara 1, perlopiù a favore della SC1 di sviluppo V0952 (opzione B)che è risultata essere anche quella più utilizzata in Gara 2 e nel corso dell’intero fine settimana.
Pneumatici selezionati in griglia di Gara 2 del WorldSBK
Pneumatici selezionati in griglia di Gara 2 del WorldSBK

Nell WorldSSP i piloti hanno utilizzato quasi esclusivamente pneumatici di gamma DIABLO™ Supercorsa. In particolare al posteriore la soluzione più utilizzata è stata la SC0 di gamma (opzione A) mentre all’anteriore la SC1 di gamma (opzione A).
Pneumatici selezionati in griglia della Gara WorldSSP
Pneumatici selezionati in griglia della Gara WorldSSP


Le statistiche Pirelli per WorldSBK Gara 2:

• Vincitore del PIRELLI BEST LAP AWARD: Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team),in 1'40.640 al 3° giro

• Soluzione anteriore più utilizzata: SC1 di sviluppo V0952 (18 su 21 piloti)

• Soluzione posteriore più utilizzata: SC0 di sviluppo W0576 (21 su 21 piloti)

• Velocità massima raggiunta dagli pneumatici Pirelli DIABLO™ Superbike in gara: 290,3 km/h, realizzata da Michael Van Der Mark (Pata Yamaha Official WorldSBK Team)al 17° giro

• Numero di soluzioni (asciutto, intermedia e bagnato) per la classe WorldSBK: 6 anteriori e 6 posteriori

• Numero di pneumatici a disposizione di ogni pilota WorldSBK 76, 41 anteriori + 35 posteriori

• Temperatura aria: 25° C

• Temperatura asfalto: 38° C


Le statistiche Pirelli per la WorldSSP:

• Vincitore del PIRELLI BEST LAP AWARD: Federico Caricasulo (GRT Yamaha Official WorldSSP Team), in 1'43.922 al 4° giro

• Soluzione anteriore più utilizzata: SC1 di gamma (17 su 31 piloti)

• Soluzione posteriore più utilizzata: SC0 di gamma (23 su 31 piloti)

• Velocità massima raggiunta dagli pneumatici Pirelli DIABLO™ Supercorsa in gara: 249,7 km/h, realizzata da Michael Canducci (3570 Puccetti Racing FMI) al 7° giro

• Numero di soluzioni (asciutto, intermedia e bagnato) per la classe WorldSSP: 6 anteriori e 5 posteriori

• Numero di pneumatici a disposizione di ogni pilota WorldSSP: 59, 31 anteriori + 28 posteriori

• Temperatura aria: 22° C

• Temperatura asfalto: 29° C

::Pirelli - Comunicato Stampa::




Visualizza tutte le newsArchivio Cerca un termine nelle newsCerca Leggi le news più recentiPiù recenti   Versione stampabileStampa 
Notizia precedente
Jerez - Jonathan Rea vince gara 1