Domenica 23 Sett 2018 Home 
Chaves e Yates: doppietta sull'Etna [10-05-18 20:38 by staff GoNBike.com] 

CHAVES E YATES: DOPPIETTA SULL'ETNA

Il duo della Mitchelton - Scott fa tappa con il colombiano e maglia con l'inglese, arrivati assieme al traguardo. Dennis a 1'04".

Etna (Osservatorio Astrofisico), 10 maggio 2018 – La squadra australiana Mitchelton - Scott ha ottenuto una storica doppietta in cima all'Etna con il colombiano Esteban Chaves vincitore della sua seconda tappa al Giro d'Italia dopo essere andato in fuga e l'inglese Simon Yates nuova Maglia Rosa, grazie all'attacco vincente su tutti gli altri favoriti nell'ultima parte della salita finale.

LE PILLOLE STATISTICHE

Seconda vittoria di tappa per Esteban Chaves dopo Corvara 2016: è la 27esima vittoria di tappa per la Colombia al Giro. L’ultimo successo WorldTour di Esteban Chaves prima dell’Etna era stato il Lombardia, 1 ottobre del 2016. Da allora, le sue uniche vittorie sono state la terza tappa e la classifica generale dell'Herald Sun in Australia a Febbraio quest’anno.
Primo podio di tappa per Simon Yates al Giro. Conquista la sua prima Maglia Rosa: è il quarto britannico a vestire il simbolo del primato dopo Mark Cavendish (nel 2009, 2011 e 2013), Bradley Wiggins (nel 2010) e David Millar (nel 2011). Per la prima volta al Giro c’è un britannico in Rosa dopo un arrivo in salita. In totale, i britannici sono stati in Rosa per sette giorni fino ad oggi.
Quinto podio di tappa al Giro per Thibaut Pinot: quattro sono giunti in tappe di montagna. Vinse ad Asiago l’anno scorso, fu secondo al Blockhaus, terzo ad Ortisei ed ora sull’Etna. Fu poi terzo a Bergamo l’anno scorso.

RISULTATO FINALE
1 - Esteban Chaves (Mitchelton - Scott) - 169 km in 4h16’11”, media 39,581 km/h
2 - Simon Yates (Mitchelton - Scott) s.t.
3 - Thibaut Pinot (Groupama - FDJ) a 26"

CLASSIFICA GENERALE
1 - Simon Yates (Mitchelton - Scott)
2 - Tom Dumoulin (Team Sunweb) a 16"
3 - Esteban Chaves (Mitchelton - Scott) a 26"

MAGLIE

Maglia Rosa, leader della classifica generale, sponsorizzata da Enel - Simon Yates (Mitchelton - Scott)
Maglia Ciclamino, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Segafredo - Elia Viviani (Quick-Step Floors)
Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum - Esteban Chaves (Mitchelton - Scott)
Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Eurospin - Richard Carapaz (Movistar Team)

CONFERENZA STAMPA
Il vincitore di tappa Esteban Chaves ha dichiarato: “È stata una giornata fantastica per noi come squadra, ma dobbiamo tenere i piedi per terra. Un sacco di cose possono ancora accadere al Giro con molte altre salite, ma ora abbiamo qualcosa di cui festeggiare. Ho lavorato molto bene in Colombia per prepararmi al Giro. Con tanto lavoro e tanto amore non è impossibile vincere grandi gare. Sono stato un po' fortunato ad entrare nella fuga giusta. Vittoria di tappa più Maglia Rosa e Maglia Azzurra, che bello! Quando mi ha raggiunto, Simon Yates mi ha detto 'Dai, andiamo che vinci la tappa!', almeno questo è quello che ho capito”.

La Maglia Rosa Simon Yates ha dichiarato: “Sono davvero felice, sono arrivato qui al Giro per cercare di vincere e ho cercato fin dall'inizio in Israele di prendere la Maglia. Oggi ho finalmente realizzato il mio obiettivo. Voglio vincere questo Giro, ovviamente. Sin dall'inizio ho detto che credo di avere la squadra più forte e la penso ancora così. Non sono solo gli scalatori ma anche i passisti, davvero potenti. Penso che possiamo fare un buon lavoro e difendere la maglia. Certo sarà difficile, ci sono molte tappe dure ma credo nei ragazzi intorno a me. Ho la fiducia per essere il capitano fino a Roma”.

LA TAPPA DI DOMANI
Tappa 7 – Pizzo-Praia a Mare 159 km - dislivello 700 m
Tappa non particolarmente impegnativa che si snoda essenzialmente lungo la strada a scorrimento veloce ss18 dalla carreggiata ampia caratterizzata dalla presenza di alcune gallerie. Unica leggera asperità di giornata la lunga e blanda salita che da Scalea porta ai 10 km dall’arrivo.

Ultimi km
Dai 10 km fino ai 5 km strada ampia e ben pavimentata con la presenza di tre gallerie. Poche centinaia di metri dopo l’uscita della galleria si lascia la statale 18 per entrare nel centro abitato di Tortora Marina prima e di Praia a Mare in seguito. Si percorrono ampi viali con solo due curve a separare il rettilineo di arrivo dal tratto precedente. Rettilineo di arrivo lungo 1.900 m (larghezza 7,5 m) su asfalto.

::RCS Sport - Comunicato Stampa::




Visualizza tutte le newsArchivio Cerca un termine nelle newsCerca Leggi le news più recentiPiù recenti   Versione stampabileStampa 
Notizia precedente
Il ritorno di Battaglin
Notizia successiva
La prima volta di Bennet