Mercoledì 18 Sett 2019 Home 
Peters ha vinto la tappa 17. Carapaz in rosa [29-05-19 18:04 by staff GoNBike.com] 

PETERS HA VINTO LA TAPPA 17 DEL GIRO D’ITALIA
CARAPAZ CONSOLIDA LA MAGLIA ROSA

Il francese ha vinto davanti a Chaves e Formolo. Carapaz guadagna pochi secondi sui diretti avversari e incrementa il vantaggio in Classifica Generale.

Anterselva / Antholz, 29 maggio 2019 – Il corridore francese Nans Peter (AG2R La Mondiale) ha vinto in solitaria la diciassettesima tappa del centoduesimo Giro d'Italia, da Commezzadura (Val di Sole) ad Anterselva / Antholz di 181 km. Al secondo e terzo posto si sono classificati rispettivamente Esteban Chaves (Mitchelton - Scott) e Davide Formolo (Bora - Hansgrohe).

Richard Carapaz (Movistar Team) consolida la Maglia Rosa di leader della classifica generale.

RISULTATO FINALE
1 - Nans Peter (AG2R La Mondiale) - 181 km in 4h41’34”, media 38,569 km/h
2 - Esteban Chaves (Mitchelton - Scott) a 1'34"
3 - Davide Formolo (Bora - Hansgrohe) a 1'51"

MAGLIE

Maglia Rosa, leader della classifica generale, sponsorizzata da Enel - Richard Carapaz (Movistar Team)
Maglia Ciclamino, leader della classifica a punti, sponsorizzata da Segafredo - Arnaud Demare (Groupama - FDJ)
Maglia Azzurra, leader del Gran Premio della Montagna, sponsorizzata da Banca Mediolanum - Giulio Ciccone (Trek - Segafredo)
Maglia Bianca, leader della Classifica dei Giovani, sponsorizzata da Eurospin - Miguel Angel Lopez (Astana Pro Team)

CLASSIFICA GENERALE
1 - Richard Carapaz (Movistar Team)
2 - Vincenzo Nibali (Bahrain - Merida) a 1'54"
3 - Primoz Roglic (Team Jumbo - Visma) a 2'16"
4 - Mikel Landa (Movistar Team) a 3'03"
5 - Bauke Mollema (Trek - Segafredo) a 5'07"

Il vincitore di tappa Nans Peter, subito dopo l'arrivo, ha dichiarato: "È incredibile! Il mio Giro era già un successo con la Maglia Bianca a metà gara. È fantastico, prima vittoria da pro, addirittura in un grande giro. Nella fuga mi sono ripromesso di attaccare solo una volta e il tempismo si è rivelato giusto".

La Maglia Rosa Richard Carapaz ha dichiarato: "Mikel Landa si è sentito bene nel finale e ha deciso di attaccare per guadagnare un po' di tempo per il podio finale. Anch'io mi sentivo bene e ho fatto del mio meglio per approfittare dell'attacco di Mikel. Non avrei potuto chiedere un 26esimo compleanno migliore, indossando la Maglia Rosa".


::RCS Sport - Comunicato Stampa::




Visualizza tutte le newsArchivio Cerca un termine nelle newsCerca Leggi le news più recentiPiù recenti   Versione stampabileStampa 
Notizia precedente
La tappa del Mortirolo premia Ciccone
Notizia successiva
A Cima la tappa 18. Ackermann in ciclamino