Mercoledì 22 Maggio 2019 Home 
Motor Bike Expo - Festa per la Rehm Race Days [04-01-13 19:45 by staff GoNBike.com] 

Tredicimila (!) invitati per la festa dei venti anni di attività
Al Motor Bike Expo 2013 la Rehm Race Days
L’organizzatore del Campionato Europeo dei “pareggiamenti”

Un'altra protagonista della scena sportiva internazionale, la Rehm Race Days, ha scelto la grande ribalta del Motor Bike Expo di Verona, in programma dal 18 al 20 gennaio 2013.

L’organizzazione tedesca, titolare della formula dei meeting velocistici per non professionisti, celebrerà proprio a Veronafiere gli oltre venti anni di attività con le premiazioni della stagione 2012 e la presentazione dei programmi 2013 (domenica 20 gennaio, alle 11.00, presso il Meeting point).

Per questo appuntamento Rosi e Karl Rehm, titolari dell’organizzazione, hanno invitato circa 13.000 (!) “piloti”, praticamente tutti quelli che in due decenni hanno, almeno una volta, preso parte ad un loro evento.

Rehm Race Days sarà presente al Motor Bike Expo con un proprio stand e con le sue strutture, fra cui uno dei due bilici di 17 metri super-attrezzati che si muovono durante l’anno al seguito degli eventi organizzati in tutta Europa.

Facendo riferimento ai Rehm Race Days sarebbe improprio parlare di corse o gare di velocità; il termine corretto è infatti “pareggiamenti”. Sono una quindicina gli appuntamenti promossi annualmente nei maggiori circuiti europei, due terzi di questi si svolgono in Spagna e Italia e interessano circuiti di primo livello come Mugello, Misano, Albacete, Valencia, ma anche Magny Cours in Francia, Rijeka in Croazia e Brno nella Rep. Ceca, tanto per citarne alcuni.

Ogni appuntamento è organizzato su tre giorni, il primo è dedicato al ritrovo dei piloti e ad alcuni turni di prove libere, utili per prendere confidenza con il circuito, all’occorrenza seguiti anche da istruttori; nel secondo, oltre alle prove libere, si effettuano le prove ufficiali che definiscono i gruppi di piloti, selezionati in base ai tempi realizzati; questo permette, oltre che di aumentare la sicurezza per i partecipanti, anche di creare delle griglie abbastanza uniformi per i piloti che il giorno successivo si confronteranno nei cosiddetti “pareggiamenti” (ovvero la formula che sostituisce il confronto agonistico diretto).

Al termine di ogni round vengono assegnati dei punteggi che a fine torneo formano la classifica generale. Non esiste l’obbligo di partecipare a un numero minimo di prove, il che si traduce in un costante turnover dei protagonisti, provenienti da paesi diversi ma legato alla localizzazione geografica dell’appuntamento. Il dato costante è il numero dei partecipanti che riempiono sempre le griglie di partenza in tutte le categorie.

Per facilitare gli spostamenti e quindi garantire a tutti i partecipanti la possibilità di prendere parte anche agli incontri che si svolgono in paesi diversi dalla propria residenza, gli organizzatori mettono a disposizione una struttura capace di trasportare le moto e quanto necessario al pilota a costi estremamente contenuti.

Una volta raggiunto l’autodromo dove si tiene l’evento, tutto si svolge nel massimo ordine e sicurezza; particolare attenzione viene dedicata all’equipaggiamento dei piloti e alle condizioni tecniche delle moto; obbligatorio il briefing per tutti, viene applicata la massima severità sul comportamento in pista, con attento controllo tramite commissari lungo il tracciato, ed è garantito un servizio sanitario estremamente curato, tutto per assicurare ai partecipanti la massima sicurezza possibile.
“La sicurezza è il nostro obiettivo primario, si tratta pur sempre di manifestazioni motociclistiche e quindi è necessario prevenire il rischio” sottolinea Ermanno Bocca, referente della Rehm al Motor Bike Expo.

::Motor Bike Expo - Comunicato Stampa::




Visualizza tutte le newsArchivio Cerca un termine nelle newsCerca Leggi le news più recentiPiù recenti   Versione stampabileStampa 
Notizia precedente
Sic Supermoto Day - Vince Dovizioso
Notizia successiva
Motor Bike Expo - Il box del Team Gresini