Domenica 25 Agosto 2019 Home 
Motor Bike Expo - Lo sport protagonista [19-01-13 20:43 by staff GoNBike.com] 

Lo sport protagonista. Stand affollati per custom e prodotti di serie
Il pubblico invade Veronafiere per il Motor Bike Expo
Nella giornata di chiusura custom in primo piano con i contest internazionali

Temperatura più fresca, ambienti più caldi. In questo (apparente) paradosso sta tutta la seconda giornata del Motor Bike Expo 2013, in corso a Veronafiere. In linea con le aspettative, l’affluenza di pubblico è stata molto elevata ed ha consolidato la tendenza a migliorare i numeri del 2012 già registrata ieri. Ad incoraggiare i visitatori hanno contribuito anche le condizioni meteo, decisamente migliori delle previsioni.

Nella raffica di eventi che hanno caratterizzato la giornata, si è distinta la presentazione del Team Honda Pata, la struttura impegnata nel mondiale Superbike. Davanti ad un pubblico strabocchevole ed entusiasta, che per quantità e passione ha sorpreso perfino i vertici della casa alata, è stata rivelata la nuova livrea delle CBR1000RR e CBR600RR, scoperta dai piloti impegnati nella top class Jonathan Rea e Leon Haslam e nella 600 Super Sport, Lorenzo Zanetti e Michael Van Der Mark.

Nella fastosa cornice dell’Auditorium Verdi di Veronafiere è andata in scena la Premiazione dei Campioni Italiani Velocità FMI 2012.
In una sala gremita sono stati oltre 150 i piloti premiati dalla Federazione Motociclistica Italiana: sul palco, infatti, sono saliti tutti i protagonisti stagionali delle gare su asfalto. Per loro, targhe e medaglie consegnate dalle mani dei responsabili dei vari settori federali, a sugellare un 2012 ricco di soddisfazioni.
A vincere il Campionato Italiano Stock 600 è stato il campano Riccardo Russo, che ha avuto la meglio su Franco Morbidelli e Gennaro Sabatino. Sul palco insieme al fresco campione tricolore sono saliti anche il Team Italia Trasimeno, Yamaha e Pirelli.
La Stock 1000 ha omaggiato il mantovano Ivan Goi, campione italiano 2012 davanti ad Alessio Velini e Alessio Corradi, presenti anche loro a Verona. Per i team a vincere è stata la compagine 2R Antonellini by Bargy, per le case la BMW mentre Pirelli ha ritirato la targa per la categoria pneumatici.
La Superbike ha parlato marchigiano, con la vittoria di Matteo Baiocco che ha replicato l’exploit del 2011. “Baiox” è salito sul palco insieme a Ivan Clementi e Luca Conforti (secondo e terzo della classifica generale). Premiati per questa categoria anche il Team Barni, Ducati e Pirelli.
Lorenzo Dalla Porta è stato invece il grande protagonista della premiazione 125 Gp. Il toscano ha vinto il campionato e ritirato quindi la targa tricolore insieme a Cristiano Carpi (terzo). Assente il secondo della classifica, Riccardo Moretti. Tra i team la vittoria è andata a Mahindra Racing, che si è imposta anche tra le Case mentre Dunlop ha vinto per gli pneumatici.
La prima storica targa leader della Moto3 è andata invece a Kevin Calia. L’imolese si è imposto al termine di una stagione fantastica e a Verona ha festeggiato sul palco insieme al suo team, Elle2Ciatti, alla Honda e a Dunlop. Presenti anche i suoi due diretti rivali, Matteo Ferrari e Stefano Valtulini, giunti nell’ordine in seconda e terza piazza.
Bis tricolore anche per Ilario Dionisi, dominatore stagionale della Supersport. Il laziale si è portato a casa la seconda targa leader consecutiva, accompagnato sul palco dal Team Improve, dalla Honda e da Pirelli, vincitori delle rispettive categorie.
Targa da numero uno anche per il bolognese Ferruccio Lamborghini, che si è imposto nella Moto2 con il team Quarantaquattro Racing. Per le gomme, in questa categoria è stata premiata Dunlop.
Oltre a vari riconoscimenti speciali dedicati ai team secondi e terzi classificati, agli esordienti, ai giri veloci e alle Dellorto Pole Position, sono state consegnate anche targhe speciali ai professionisti che si sono maggiormente distinti nell'arco della stagione.
Durante la premiazione sono saliti sul palco anche i campioni italiani della Velocità in Salita, i giovanissimi vincitori dei tricolori Minimoto e MiniGp, le ragazze del Trofeo Femminile FMI e i freschi detentori dei titoli Sport Production e PreGp.

Passerella di campioni allo stand di Ciro De Petri per la presentazione della terza edizione del Tunisia Desert Rally e della prima del Tunisia Desert Bike, gara a tappe per mountain bike.
Il rally motoristico si correrà dal 6 al 13 ottobre, una gara impegnativa ma non estrema con tappe che non supereranno i 150 km. La presentazione del rally è stata anche l’occasione per rivedere alcuni campioni che hanno fatto la storia della Parigi – Dakar, fra questi Giacomo Vismara e Francesco Perlini vincitore di tre edizioni con i camion e, Claudio Terruzzi, compagno di team di De Petri, che non ha mancato di sottolineare che la “vera” Dakar era quella dei loro tempi, “quando si percorrevano anche 1200 km di speciale in pieno deserto e non quella che si disputa ora in America latina, di cui è improprio anche il nome”.
Testimonial della Desert Bike é stata invece la campionessa olimpionica di mountain bike Paola Pezzo che ha evidenziato l’entusiasmo con cui si è avvicinata all’esperienza del deserto, “un’esperienza completamente diversa dalle corse tradizionali, con emozioni uniche”. Nella gara divisa in tre tappe di circa 80 km, più un prologo di 15, verrà utilizzato per la prima volta anche il sistema di navigazione GPS.
A completare la serata presso lo stand De Petri, anche la presentazione del Team Italtrans Moto 2 con il pilota Julian Simon, iridato 125 nel 2009.

Presentato anche il Transanatolia Rally 2013, rappresentato in Italia da Evasioni. L’edizione 2013 della competizione per moto, quad e 4x4 si disputerà dal 31 agosto all’8 settembre in Turchia, nell’area dell’altopiano Anatolico centrale; duemiladuecento i chilometri da percorrere divisi in tappe di circa 280 chilometri con una o due prove speciali al giorno. L’itinerario spazia dal lago salato alle piste in quota a 3.000 metri, dall’altopiano dei vulcani fino ai pinnacoli della Cappadocia. Supportata dal Ministero del Turismo e dalla federazione motociclistica della Turchia, la manifestazione è ideale sia per gli agonisti puri – iscritti nella categoria Rally Race – sia per i piloti, aderenti alla formula Raid, che intendono vivere un’esperienza indimenticabile dal punto di vista ambientale e sociale. Da ricordare che nel 2012 il Transanatolia ha visto il successo, nella categoria moto, del’italiano Marco Miotto.

Numerosi i piloti di velocità di livello mondiale presenti al Motor Bike Expo. Alex De Angelis ha ufficializzato l’accordo con Arlen Ness, che ha sia carattere tecnico sia economico. “Sono molto contento di questa intesa con Ness, conosco da anni la qualità tecnica dei suoi materiali e sono sicuro che avrò a disposizione il meglio del meglio. La mano infortunata in Australia sta tornando perfetta – ha detto il sanmarinese, che si appresta ad iniziare il 13° anno nel motomondiale – sto sfruttando la sosta invernale per fare fisioterapia e preparazione atletica, in modo da presentarmi al via del campionato in condizioni ideali”. Quella che sta per iniziare sarà una stagione molto importante per De Angelis che punta a tornare fra i piloti di vertice della Moto2. Il team svizzero Forward Racing NGM è costituto, oltre che da De Angelis, anche da Cardus, Pasini e Corsi; tutti hanno a disposizione moto SpeedUp. De Angelis, presente al Motor Bike Expo per la prima volta, è rimasto impressionato dalla tantissima folla presente alla manifestazione e dal calore che gli sportivi gli hanno tributato.

Sensazioni molto simili ha riferito Niccolò Canepa che ha esordito nell’insolita veste di inviato speciale per l’emittente Dinamica Channel, prossimamente in onda sul digitale terrestre. Il ventiquattrenne pilota genovese è apparso quasi sorpreso dall’affetto che gli hanno tributato i visitatori, che ha intervistato girovagando tra i padiglioni, e dalla quantità di tifosi che lo hanno tempestato di domande sulle sue condizioni di salute. Canepa ha dichiarato di essere tornato in ottima forma dopo il grave infortunio patito al Nurbugring (frattura di tibia e perone) come hanno dimostrato i test del novembre scorso a Jerez, che lo hanno visto svettare con il miglior tempo della 1000 Stock. Come è noto sarà questa la classe che vedrà impegnato Canepa nel 2013 con la Ducati del Team Barni. “Sono estremamente soddisfatto di questa sistemazione – ha detto il giovane pilota – in un team altamente professionale che mi mette in condizione di lottare per il titolo. Ma sono soprattutto contento perché, dopo il grave infortunio, non ero certo di poter tornare rapidamente al 100% della condizione”.

Per l’ultima giornata, l’area custom si appresta a diventare il cuore caldo del Motor Bike Expo. Sabato è stata presentata la galleria d’arte di Blackober, con immagini di alcuni tra i più noti fotografi del settore. Domenica alle 11.00 il mondo del custom incontra le istituzioni, nella Sala Puccini, con la conferenza “Progetto omologazioni” indetta dalla FIC (Federazione Italiana Customizer), che vedrà tra i relatori anche il Consigliere regionale dell’Emilia Romagna Manes Bernardini. A partire dalle 12.00 si susseguiranno ben quattro premiazioni di altrettanti contest. Inizia Custom Chrome Europe sul palco al padiglione 1, con le sue International Series 2013, di cui Verona rappresenta l’unica tappa italiana. Subito dopo, alle ore 13, sarà la volta del Magazine Award, organizzato direttamente dallo staff di MBE, che vede come giudici gli inviati delle più note testate del mondo custom, provenienti da Inghilterra, Spagna, Francia, Germania, ma anche Stati Uniti e Australia. A seguire il contest indetto da FIC e IMBBA (International Master Bike Builders Association) che premierà dieci special scelte tra quelle esposte negli stand dei customizer, valutate con il criterio internazionale adottato da IMBBA. Alle 16.00 sarà la volta del contest di LowRide che vede iscritte ben 150 special; la rivista italiana stilerà una classifica generale, indipendente dal tipo di stile, per le Top20, oltre a una graduatoria indipendente riservata alle bagger e un’altra alle cafe racer e scrambler. Gli attestati sono offerti e realizzati da Blackober, mentre i premi dalla bevanda energetica Go & Fun, uno degli sponsor di MBE.

Nelle aree esterne, spettacolo con le finali del primo Trofeo Enduro Motor Bike Expo, organizzato in collaborazione con la Axiver (dalle 10.00, area C); da seguire anche le esibizioni di trial indoor e gli appuntamenti con il Vespa Club 37100 Verona che proporrà esibizioni di gimkana e di Api racing e le evoluzioni di Nicola l’Impennatore.

::Motor Bike Expo - Comunicato Stampa::




Visualizza tutte le newsArchivio Cerca un termine nelle newsCerca Leggi le news più recentiPiù recenti   Versione stampabileStampa 
Notizia precedente
Motor Bike Expo - 2° giornata
Notizia successiva
Motor Bike Expo - Più di 130.000 presenze