Sabato 24 Giugno 2017 Home 
Motodays - Si impara l'arte del traverso [22-02-17 19:39 by staff GoNBike.com] 

L’ARTE DEL TRAVERSO S’IMPARA A MOTODAYS

Molteplici le attività nelle aree esterne ai padiglioni di Fiera Roma: dal 9 al 12 marzo la Di Traverso School insegna a correre sull’ovale – Freestyle show con i Daboot e Quad Evolution e gare di Enduro, Superquad e Supermoto

Il Flat Track è quella spettacolare disciplina nata negli Stati Uniti dove si corre su circuiti ovali in terra battuta. E’ da sempre lo sport preferito di molti piloti del motomondiale: da Randy Mamola a Freddie Spencer, da Kevin Schwantz al nostro Valentino Rossi, che ha realizzato un ovale al suo ormai mitico Ranch di Tavullia.
Quest’anno, dal 9 al 12 marzo, il Flat Track approda in Fiera Roma a Motodays, con una pista dedicata nelle aree esterne ai padiglioni. La novità è doppia, perché non sarà soltanto uno show al quale assistere, ma i più intraprendenti potranno anche cimentarsi in sella alle moto appositamente preparate e approfittare delle lezioni di un autentico maestro, quale è Marco Belli, che in questa spettacolare disciplina ha vinto quattro titoli italiani, tre inglesi, due europei e due americani. E che è anche istruttore federale. A Motodays il re del traverso sarà presente con la sua “Di Traverso School”, l’unica certificata dalla Federazione Motociclistica Italiana e che quindi offre anche la copertura assicurativa agli “allievi”. Il pubblico di Fiera Roma potrà quindi salire in sella alle Yamaha Sr400 appositamente preparate. “E’ la compagna perfetta per scoprire il mondo del traverso, facile e gestibile ma senza nulla togliere al divertimento”, dice Marco Belli. “Specialmente dopo la cura alla quale è stata sottoposta dai ragazzi di Deus Ex Machina Italy, che hanno saputo tirarne fuori artigli, carattere ed il suo lato più racing. Il risultato è una vera moto da Flat-track, sapientemente trasformata grazie ad un’attenta serie di parti speciali e poi privata di tutto quello non strettamente necessario alla vita in un ovale: fari, interruttori, plastiche ed un po’ di ferro”.
Nelle giornate di giovedì 9 e venerdì 10 a Motodays si svolgeranno due corsi al giorno della durata di due ore e mezza ciascuno. “I corsi sono aperti agli appassionati di tutte le età, anche se non in possesso di patente, purché abbiano una minima esperienza nell’utilizzo di moto con le marce”, spiega Belli. “L’obiettivo è quello di farli andar via… di traverso. Avete presente quel giochino che si faceva da bambini con la bicicletta, frenando e intraversando la ruota posteriore? Bene, immaginate di farlo con la moto, ripartendo in derapata…”
Sabato e domenica si potrà assistere invece ad un incredibile contest riservato ai customizer: nell’ovale della Di Traverso School si sfideranno dunque moto incredibili e del tutto originali.

GARE E SPETTACOLI DELLE AREE ESTERNE - Le esibizioni e le gare sono da sempre una grande attrazione di Motodays. Mai come quest'anno però ci sarà da divertirsi perché il piatto è veramente ricco.
FREESTYLE – Saranno presenti i Daboot, i funamboli del Freestyle, in questa edizione con numeri da record: ben 9 piloti tra moto e quad. Un cast veramente eccezionale che si esibirà da venerdì pomeriggio fino a domenica sera.
Tra le particolarità l'utilizzo della rampa di atterraggio più grande, che darà modo di saltare in due alla volta, regalando emozioni uniche. Tra uno spettacolo e l'altro il pubblico potrà interagire con i piloti per gli autografi, le foto, i gadget e per scambiare due parole con i grandi protagonisti del freestyle.
Per questa edizione di Motodays la Daboot in collaborazione con FXAction dedicherà il venerdì pomeriggio uno spazio importante alla Mototerapia: una iniziativa di importante valore sociale per i ragazzi diversamente abili.
QUAD EVOLUTION – Anche il Team "Quad Evolution” di Roberto Poggiali, uno tra i migliori stunt Internazionali, si esibirà nelle aree esterne di Motodays, con il suo gruppo in sella ai Quad.
Il Team di Poggiali sarà presente fin dal giovedì, per tutti i quattro giorni di Motodays. Roberto Poggiali si è fatto conoscere al grande pubblico nel 2009: dopo mesi di allenamenti e cadute, ora presenta il nuovo spettacolo e il suo nuovo Team, con il pilota Matteo Lardori, vincitore di diversi titoli nazionali di Quad Drift e l'atleta Fabio Vagnini detentore di un World Record in bicicletta in coppia con suo padre. Si triplicano, così, l’adrenalina e la durata dell'esibizione, in acrobazie che sfidano la forza di gravità: mentre Roberto sfreccia su due ruote, gli altri acrobati compiono figure impensabili su un quad in movimento, tra cui verticali, esercizi a pochi centimetri dall’asfalto o addirittura il cambio pilota sulle 2 ruote. Non solo equilibrio, ma anche tanta velocità in questo nuovo spettacolo, con il pilota Ivan Argnani, 7 volte campione Italian Baja, e Enrico Sportelli, campione Country Cross, entrambi su Quad da 800cc preparati da gara con centinaia di cavalli sotto la sella per offrire al pubblico uno show unico in Europa, coinvolgente e ricco di adrenalina.
LE GARE - Nell'arena "Motodays" area adiacente ai padiglioni dove sono allestite le piste si svolgeranno poi le gare organizzate da FXAction, l'organizzazione che cura gran parte dei Campionati Nazionali di Motocross e che da 8 anni ha il compito di gestire queste attività per Motodays. Sabato 11 marzo si disputerà la gara riservata ai Quad, la Superquad Motard, una gara misto terra e asfalto di grande effetto, con al via tanti campioni della specialità: da Simone Mastronardi in sella alla sua potente Yamaha, a Rodolfo Salustri e Davide Gigli, da Majcol Porracin a Carla Gamboni da Mario Cinotti a Nicola Ciceri.
Appuntamento anche con le gare di Enduro Country: il tracciato sviluppato all'interno dell'Arena Motodays sarà interamente visibile al pubblico e ci saranno due gare distinte sabato 11 e domenica 12 marzo. Quattro le categorie al via: Mini con i giovanissimi, 125cc, Open fino a 450cc, e una classe femminile che vedrà schierarsi, tra le altre, Valentina Onori e Tania Milani. Ogni gara, dopo le prove libere e cronometrate, prevede 8 manche dedicate all'Enduro Country.
Particolare dell’edizione 2017: le quote di iscrizione alle gare di Enduro saranno devolute da Motodays al progetto Garage Italia, progetto nato proprio dalla collaborazione tra la ONG Bambini nel Deserto, che lo ha realizzato, e Fiera Roma / Motodays appunto. Il progetto in quattro anni di attività ha avviato decine di ragazzi del Burkina Faso alla professione della meccanica per motocicli, consentendo loro uno sviluppo professionale altrimenti impensabile.
Domenica 12 marzo, la tradizionale gara di Supermoto sarà la ciliegina sulla torta di questa edizione: al via molti protagonisti dei Campionati Internazionali per aggiudicarsi l'ambito Trofeo Motodays edizione 2017. Il misto terra/asfalto di Motodays è sempre stato molto apprezzato dai piloti, perché il circuito è molto tecnico e consente di esaltare le doti dei piloti con dei traversi incredibili. La partenza dal cancelletto, insolita per la Supermoto, darà un tocco di originalità all'evento.


::Motodays - Comunicato Stampa::




Visualizza tutte le newsArchivio Cerca un termine nelle newsCerca Leggi le news più recentiPiù recenti   Versione stampabileStampa 
Notizia precedente
Trek Segafredo si affida a Mapei Sport
Notizia successiva
WD-40 sponsor della Winter Downhill 2017