Martedì 23 Luglio 2024 Home 
Pidcock vince le Strade Bianche [06-03-23 08:51 by staff GoNBike.com] 


SUPERPIDCOCK!
Con una grande azione da lontano, il portacolori della Ineos Grenadiers, diventa il primo corridore britannico ad aggiudicarsi la 'Classica del Nord più a Sud d'Europa'. La media di 40.636 è la più alta nella storia della Strade Bianche. Madouas e Benoot completano il podio

E' Thomas Pidcock il primo corridore britannico ad entrare nell'albo d'oro della Strade Bianche Crédit Agricole. Il portacolori della Ineos Grenadiers ha attaccato una prima volta a 51 km dall'arrivo in compagnia di Alberto Bettiol (EF Education-Easy Post) e Andrea Bagioli (Soudal - Quick Step), dai quali si è presto avvantaggiato, rientrando su Alessandro De Marchi (Team Jayco AlUla) e Sven Erik Bystrøm (Intermarché - Circus - Wanty). Lungo il settore 9 di Montaperti, a 25 km dall'arrivo, Pidcock rimaneva da solo resistendo al ritorno dei diretti avversari e trionfando in una Piazza del Campo gremita. Valentin Madouas (Groupama - FDJ) chiudeva a 20" dal britannico mentre il podio veniva completato dal vincitore dell'edizione 2018 Tiesj Benoot (Jumbo-Visma).

ORDINE D’ARRIVO STRADE BIANCHE CRÉDIT AGRICOLE
1 - Thomas Pidcock (Ineos Grenadiers) - 184 km in 4h31'41" alla media di 40.636 km/h
2 - Valentin Madouas (Groupama - FDJ) a 20"
3 - Tiesj Benoot (Jumbo-Visma) a 22"

CONFERENZA STAMPA
Il vincitore della 17^ Strade Bianche Crédit Agricole, Thomas Pidcock, ha detto: "La Strade Bianche è la mia corsa preferita. Tutto è bellissimo, scenario, strade, il calore del pubblico. Il percorso si addice alle mie caratteristiche, mi sono divertito in corsa anche se ho sofferto molto negli ultimi 20 km. Nel finale, con gli inseguitori che si avvicinavano, ho cominciato a chiedermi se attaccare così da lontano fosse stata una mossa stupida. Posso presentarmi alle prossime classiche con meno pressione perchè ho già vinto una corsa importante".

Valentin Madouas, secondo, ha detto: "Tom Pidcock merita tutti i complimenti. Ciò che ha fatto è stato fenomenale. Ha speso tantissime energie ma ha dimostrato di essere il più forte. Sono un po' dispiaciuto perchè sono caduto rientrando sul gruppo di Pidcock solo 5 km prima del suo attacco. Ho pagato le conseguenze di questa caduta fino alla fine. Il mio obiettivo stagionale è quello di vincere una classica del World Tour, ma so che in futuro tornerò qua alle Strade Bianche perchè è una corsa magica".

Tiesj Benoot, terzo, ha dichiarato: "Un podio alla Strade Bianche è sempre un ottimo risultato. Amo questa corsa ed è per appuntamenti come questi che pratico questo sport. Ho provato a partire dal gruppo inseguitore perchè il ritmo non era altissimo, ma non credo che avrei potuto fare meglio di così. Il mio sbaglio più grande è stato non reagire all'azione di Pidcock ma credevo che fosse un attacco troppo anticipato. Complimenti a lui, è stato il migliore di tutti oggi".

STATISTICHE
La Gran Bretagna diventa la 12^ nazione a vincere la Strade Bianche (in 17 edizioni).
Pidcock (23 anni 7 mesi 2 giorni) è il 3° vincitore più giovane della Strade Bianche dopo Moreno Moser (22 anni 2 mesi 5 giorni) e Tadej Pogacar (23 anni 5 mesi 12 giorni).
Quella di oggi, con una media di 40,636 km/h, è la Strade Bianche più veloce della storia. Batte il 2011 (40,079 km/h).

#StradeBianche

::RCS Sport - Comunicato Stampa::




Visualizza tutte le newsArchivio Cerca un termine nelle newsCerca Leggi le news più recentiPiù recenti   Versione stampabileStampa 
Notizia precedente
58esima Tirreno-Adriatico Crédit Agricole
Notizia successiva
Tirreno- Adriatico - Tappa e Ciclamino per Philipsen