Martedì 11 Maggio 2021 Home 
Michelin Power Day a Vallelunga [28-05-13 21:00 by staff GoNBike.com] 

Due giornate di prove libere, oltre 450 presenze complessive
Michelin Power Day a Vallelunga: Power Super Sport è la vedette
Ricci e Lavado, non solo apripista, fanno scuola ai principianti
Amatori fedeli al Power Cup, si fa apprezzare il Pilot Power 3

SuperSport … superstar! E’ stato l’ultimo nato della gamma degli pneumatici Power la vedette del primo appuntamento con i Michelin Power Days 2013, andato in scena sabato 18 e domenica 19 maggio a Vallelunga.
Il nuovissimo prodotto, concepito per un uso misto strada-pista, ha infatti calamitato l’attenzione di molti degli oltre 450 motociclisti che, aderendo alla proposta dei rivenditori Michelin, hanno potuto usufruire di tre turni di prove libere gratuite al giorno sul circuito intitolato a Piero Taruffi, uno dei più tecnici e selettivi del nostro paese.
E il Power SuperSport ha superato a pieni voti il severo test, riscuotendo il consenso di chi non lo conosceva e rafforzando la convinzione di chi lo aveva già scelto per un impiego brillante su strada, con moto hypersportive.

Sotto la regia organizzativa, come sempre impeccabile, dello Sciacca Group, i turni si sono succeduti per l’intero week end; anche il meteo si è rivelato più favorevole delle previsioni, riservando un improvviso acquazzone durante il primo pomeriggio del sabato, i cui effetti sono stati però rapidamente neutralizzati dal ritorno di un caldo sole, e regalando una domenica ideale, col sole i cui effetti sono stati però mitigati dalla costante ventilazione.

I partecipanti si sono dati appuntamento a Vallelunga giungendo da ogni parte d’Italia: come è abituale per i Michelin Power Days, nel paddock si è presto instaurata una piacevole babele di dialetti, con scambi di opinioni, sfottò e sfide declinati in piemontese, veneto, campano, calabrese con un’ovvia predominanza della parlata laziale.

Autentico mattatore della versatilità verbale si è rivelato Carlos Lavado, uno dei “padrini” dei partecipanti, nato in Venezuela, cittadino del mondo per aver disputato per 15 anni il motomondiale e ora residente a S. Agata sul Santerno, a due passi da Imola. Due volte campione del mondo della 250, nell’83 e nell’86, per quattordici stagioni “calzato” Michelin e anche collaudatore in sud America degli pneumatici del Bibendum, con il suo irresistibile e vivacissimo italo-spagnolo Lavado ha tenuto costantemente banco, scoprendo di essere ancora popolare e di avere tanti estimatori, più di quanti non sospettasse. Benché ormai orientato verso l’attività di manager di giovani piloti che si fanno le ossa in Spagna, Carlos ha anche assolto al ruolo di apripista e, levatasi un po’ di ruggine di dosso, ha aumentato il ritmo e la voglia di girare, sprizzando entusiasmo e passione ancora cristallina.

Più allenato del collega, per la sua attività di istruttore, l’altro apripista Fausto Ricci ha martellato costantemente sull’asfalto di Vallelunga, offrendosi come sherpa per tanti debuttanti che, dopo aver seguito le sue traiettorie, hanno ammesso di aver scoperto un modo diverso di guidare.
Lavado e Ricci hanno rievocato alcune straordinarie stagioni del motomondiale, quelle della metà degli anni ’80, e hanno raccontato le vicende che portarono il romagnolo ad imporsi a sorpresa, con una Yamaha privata, nel GP di Misano del 1984. Ricci, apparso in perfetta forma fisica, ha analizzato il Power Super Sport lodandone la grande praticità: “per l’utente che percorre soprattutto chilometri su strada, anche con una guida sportiva, ed effettua poi qualche track day è la gomma ideale: puoi andare da casa alla pista e poi tornare senza dover cambiare pneumatico, ti asseconda perfettamente in entrambe le condizioni e in circuito è difficilissimo trovargli il limite. Basta regolare la pressione; elimini il furgone, i doppi cerchi, gli interventi sulle sospensioni e ti garantisce una grande durata oltre ad un gran margine per portarlo al limite, il tutto ad un prezzo veramente competitivo ed alla portata di tutti”.

Come è ormai abituale, il “popolo” dei Michelin Power Days si divide quasi equamente tra stradisti e pistaioli; dunque si sono viste tante moto targate, alcune con il telaietto per la borsa rigida, ma anche tanti mezzi preparati per l’attività amatoriale, esclusivamente in circuito.
E naturalmente in questo secondo segmento a fare la parte del leone è stato lo pneumatico Power Cup, protagonista dell’omonimo trofeo per i non-professionisti, decisamente più orientato per un uso quasi esclusivamente pistaiolo.

Il casertano Antonio Nespoli, vice-campione della Michelin Power Cup 2012 classe 600, è un fedelissimo delle giornate in pista targate Michelin ma stavolta è salito a Vallelunga per effettuare ulteriori test con la sua nuova MV Agusta F3: “Sto provando nuove soluzioni per trovare il setting ideale e andare alla ricerca del limite; l’anno scorso a Vallelunga ho vinto la prova del trofeo e ci tengo a fare ancora bella figura. Il feeling con gli pneumatici migliora costantemente, con queste gomme riesco ad esprimermi veramente al massimo”. Composto da ben quattordici motociclisti, tutti amici, il gruppo proveniente dalla Campania comprende anche Giacomo Serao che per la prima volta ha usato i Power Cup sulla sua Suzuki GSX 1000; “l’anteriore è granitico – dichiara Giacomo – dandogli fiducia restituisce in frenata ottime sensazioni; per ottenere lo stesso risultato dal posteriore è necessario tarare le sospensioni”. Anche Luigi Scalzone e Antonio Marzocchi partecipano ai campionati di velocità per non-professionisti e hanno voluto testare il Power Cup: il primo dice che questo è uno pneumatico che, anche portato al limite, non fa scherzi; il secondo loda la precisione di inserimento in curva e la facilità nel trovare l’angolo di piega ideale.

Francesco Ferrise, contitolare della concessionaria Vesci Motor di Lamezia Terme (Catanzaro) è un fedelissimo dei Michelin Power Days: “da quando è tornata a proporre prodotti per gli amatori, noi usiamo solo Michelin!”. Del gruppo calabrese fa parte anche Maurizio Sposato che ha debuttato in pista ad Imola, in occasione dell’edizione 2012 della manifestazione, ed è tornato a Vallelunga sottoponendosi ad un autentico tour de force: partenza in aereo da Bergamo, dove vive per lavoro, arrivo a Lamezia in tempo per ripartire, alle 20.00, alla volta del Lazio con il camion del gruppo. “Sono passato quest’anno dalle Power One alle Power Cup che trovo più facili e divertenti: sono entusiasta!”.

Il romano Sandro Carusi, titolare del Team MotoXracing, è un personaggio molto popolare nell’ambiente delle competizioni ed un entusiasta partner commerciale e sportivo della Michelin. Ma a Vallelunga è tornato ad esibirsi , dopo quasi due anni di stop, nei panni di pilota proprio per provare il Power Super Sport che gli ha immediatamente trasmesso impressioni estremamente positiva. “E’ una gomma fantastica, mi ha permesso di girare subito il 1’53” senza un setting particolare, il rapporto qualità-prezzo è eccezionale e promette una grande durata: la sto facendo provare sulla mia moto a tutti i ragazzi del mio gruppo e i giudizi sono unanimemente positivi. Gli fanno eco Max De Simone (“non sembra di avere una gomma più stradale della Power Cup, ottimo l’inserimento in curva, l’appoggio nei curvoni veloci e ti da sicurezza perché va dove vuoi”) e Simone Petrosemolo che ha montato le Super Sport sulla sua Triumph Speed Triple per usarle sia su strada sia in pista: “sono ideali per entrambi gli utilizzi, hanno un gran grip, ti consentono di aprire prima il gas e di andare via lungo la tua linea”.

A Vallelunga è presente anche una troupe di Motociclismo che realizza alcuni reportage per la prestigiosa rivista. Il redattore Fabio Meloni cura il confronto tra le Super Sport e le altrettanto nuove Pilot Power 3 che beneficiano ugualmente della tecnologia 2CT+, con mescola centrale più dura che prosegue sotto la mescola morbida delle spalle. “Le sensazioni sono molto buone, per essere gomme stradali si va forte in sicurezza”. Il giovane tester (e pilota vittorioso) Andrea Romagnoli tesse le lodi del Super Sport: “ha una grande durata, ti fa andare forte, ti fa divertire e ti consente di risparmiare: è una soluzione ideale per un utente stradale anche perché sono pneumatici che non richiedono stravolgimenti di assetto”.

Altro gruppo numeroso è quello proveniente da Pescara, sotto le insegne della Evangelista Gomme. Simbolo della passione di questi motociclisti abruzzesi è Roberto Coccia che nel 2012 ha provato le Power Cup e si è talmente entusiasmato da decidere di debuttare in pista, “grazie – dice – alla Michelin ed al trofeo”. Così ha disputato la prima gara della sua vita a Misano, partendo col 12° tempo e classificandosi 14°. Alessandro Nisi, Presidente del Moto Club “Il terrore delle pecore” (ovviamente in senso gastronomico, n.d.r.) è un divoratore di chilometri ed è approdato alle Super Sport dopo aver utilizzato Power One e Power Cup: “E’ la prima volta che le provo in pista ma su strada ne ho già apprezzata la tenuta, adottando una guida brillante; sono comunque affidabili e la loro durata diventa un elemento preferenziale per chi totalizza molti chilometri”.
Appartiene sia alla categoria dei fedelissimi dei Michelin Power Days sia a quella – altrettanto onorata – dei giornalisti il genovese (ormai trapianto a Milano) Luciano Lombardi la cui kittatissima Honda CBR 600 RR, con cui disputa anche quest’anno l’European Rider Cup, è stata eletta “moto ideale del week end” da Ricci e Lavado.
Da due stagioni Luciano utilizza in pista, con grande soddisfazione gli pneumatici Power Cup, ma a Vallelunga si è dedicato ai nuovi Super Sport. “L’anteriore trasmette una sensazione di grande stabilità ed è molto progressivo nell’ingresso in curva. Il posteriore entra più facilmente in temperatura e si può portare a tempi non troppo distanti dal Power Cup. Ovviamente si avverte la diversità di grip ma tutto dipende dall’utente: se i ritmi non sono troppo elevati, la differenza è quasi impercettibile. Entrambi lavorano egregiamente senza costringere a particolari modifiche nell'assetto delle sospensioni. Il Super Sport si propone dunque come pneumatico ideale per un’utenza stradale che non disdegna le 4 o 5 uscite all’anno in pista e che non è obbligata a stravolgere la moto per un piacevole track day”.

Come detto, alla fine del week end si sono contate oltre 450 presenze, un numero che conferma il forte appeal che i Michelin Power Days esercitano sui motociclisti, probabilmente amplificato dalla curiosità di testare gli ultimissimi prodotti della gamma come il Power Super Sport ed il Pilot Power 3. Il maggior numero dei partecipanti è giunto ovviamente dal Lazio ma ampiamente rappresentate sono state anche, nell’ordine, la Campania, l’Abruzzo, la Toscana, le Marche, la Calabria, la Puglia, il Piemonte e la Lombardia.

Prossimo appuntamento con i Michelin Power Days il 22 e 23 giugno al Mugello dove, come a Vallelunga, sarà possibile girare in esclusiva sia il sabato sia la domenica.

::Michelin Power Day - Comunicato Stampa::




Visualizza tutte le newsArchivio Cerca un termine nelle newsCerca Leggi le news più recentiPiù recenti   Versione stampabileStampa 
Notizia precedente
Trofeo della Solidarietà
Notizia successiva
Motoestate e Motodiserie a a Varano